lavocedidio

Vai ai contenuti

Menu principale:

22-2-94 dallo spirito R.

LA SAPIENZA

dallo spirito R.

Lo Spirito Santo è qui anche stasera e porta luce, porta gioia, porta chiarezza, soccorre nelle prove terrene, ma è soprattutto Vento, è soprattutto Forza, è soprattutto Fuoco. Questo Vento, questa Forza, questo Fuoco serve a elevare le anime, a innalzarle al di sopra dei bisogni materiali per spingerli verso i più vasti orizzonti dello spirito. Imparate a riflettere leggendo il Vangelo: Gesù viene battezzato nel Giordano, si aprono i cieli, lo Spirito Santo discende.
Ma quale sarà la prima azione dello Spirito Santo? Riflettete leggendo il Vangelo, meditate attentamente la Sacra Scrittura. La prima azione dello Spirito Santo è quella di sospingere Gesù nel deserto per essere tentato dal diavolo, infatti è proprio lo Spirito che spinge Gesù e lo conduce nell’arida solitudine di un deserto per essere tentato. Vi chiederete perché, come mai. Satana è forte e l’uomo una creatura infinitamente debole. Solo con lo Spirito di Dio, con la forza della sua Grazia, l’uomo può combattere il nemico, superare tutte le sue tentazioni e vincerle. E’ stato detto che con Gesù c’erano le fiere, ma gli Angeli lo servivano. Cosa si intende per fiere? Ve lo siete chiesto? Le fiere sono i vizi, le abitudini, le comodità, è l’egoismo, l’amor proprio, voi lo sapete. Tutto ciò attacca l’uomo, lo indebolisce e lo annienta, per questo gli Angeli servendovi con i loro suggerimenti, con la loro capacità di discernimento, vi aiutano a seguire le ispirazioni dello Spirito Santo. Cominciate così la vostra Quaresima, e sia una Quaresima di digiuno, un digiuno fatto di mortificazione, di silenzio, di umiltà, una Quaresima che serva a fare del vostro cuore un posto in grado di ricevere quel Gesù che avete finora ricordato nella sua passione e morte di croce. Recitate il Magnificat.
Adesso ognuno di voi offra a Gesù e a Maria un dono per la Quaresima.







Torna ai contenuti | Torna al menu