lavocedidio

Vai ai contenuti

Menu principale:

25-6-91 da Gesù

LA SAPIENZA


da Gesù


Non si soccombe quando si lotta ma si soccombe quando ci si rilassa. La via stretta è proprio questa, la via della lotta, del coraggio, della Croce. Vi chiedete perché sempre la Croce, perché è la Croce che, attraverso la sofferenza, innalza l’uomo al di sopra delle proprie miserie e delle miserie del mondo. Quando l’uomo si innalza, smette di essere schiavo e regna, regna su se stesso, sui suoi vizi, sui suoi dubbi, sulle sue colpe, sull’ansia, sulla debolezza, sul lassismo.
La sofferenza è il filo conduttore che porta alla realizzazione del proprio essere.
E’ dura la via che conduce alla Luce e perigliosa, è un arrancare sempre in salita, ma è questa l’unica via. La via larga e spaziosa, che tanto vi attira, conduce invece alle tenebre e alla fuliggine, che rende l’aria irrespirabile e tossica. E’ assolutamente necessario che voi capiate questo per poter proseguire il cammino di fede.
Vi ho seguito, sono stato con voi, vicino a voi, dentro di voi. Conosco i vostri pensieri, le vostre perplessità, le vostre debolezze, le vostre speranze, l’ansia di migliorarvi. Vi facilito il compito con le mie continue ispirazioni che, purtroppo, non sempre e non da tutte vengono ascoltate. Vi chiedo di proseguire, anche se costa fatica, nella via del Bene: voi siete state “programmate” per il Bene, per l’Amore, non potete discostarvi da questo che Io ho pensato di voi prima che voi veniste al mondo. Salite leggere, lasciatevi guidare dallo Spirito, quanto più sarete leggere, tanto più lo Spirito vi spingerà verso mete e orizzonti per voi insospettati.
Nel piccolo cielo della vostra anima io mi nascondo, prego con voi, piango con voi, sorrido anche con voi. Abbiate la certezza che muovo i palpiti del vostro cuore. Vi benedico nel Padre e nello Spirito Santo.

Torna ai contenuti | Torna al menu