lavocedidio

Vai ai contenuti

Menu principale:

6-12-93 da Michele, un'anima

LA SAPIENZA

MICHELE


La sofferenza sulla terra è preziosissima. Accettatela con serenità e nell’abbandono fiducioso alla volontà di Dio. Io, ora, sono grato al mio Dio di darmi la possibilità di dirvi questo: non temete la morte perché la morte è vita. Questo voglio dire a tutte voi, carissime figlie e sorelle in Cristo: la morte è un’amica dolcissima quando si è in grazia di Dio. Vivete pensando a questo, tenendo sempre presente quanto sia precaria la vita sulla terra. Con questo non voglio dire che non dovete impegnarvi e lottare perché il Bene, l’Onestà, la Verità e la Giustizia trionfino, anzi,  l’impegno deve essere totale, ma non lasciatevi abbagliare da quanto il mondo offre. Non si possono nemmeno chiamare surrogati, sono addirittura illusioni. Tutto il resto lo sapete, perché la Fede vi è compagna. Il Cielo vi è molto vicino, questo non perché siate perfette, ma perché in voi c’è la volontà del Bene e questo Dio lo apprezza. Non chiedetevi quanto e cosa fare, non fate progetti, lasciatevi andare, vivete attimo per attimo quello che la vita vi offre. Sappiate, però, discernere le scelte da fare, le conquiste da realizzare, tutto fate con buonsenso, la discrezione vi sia sempre al fianco. Non chiedetevi ciò che Dio vuole da voi, fate in modo che, attraverso voi, la Luce giunga ai vostri fratelli. Attraverso voi vuol dire che voi dovete essere creature libere, libere di contenere l’Assoluto e l’Assoluto in voi si manifesterà. Voi non dovete fare altro. Ripeto, non fatevi programmi, non preparatevi discorsi e lo Spirito parlerà per voi. Solo così lo Spirito potrà muoversi attraverso voi, ma se il vostro cuore, la vostra mente, la vostra volontà saranno ingombri dei vostri pensieri e dei vostri progetti, lo Spirito non potrà operare. Questo vi dico perché ritengo che non lo abbiate ancora ben capito: dovete solo svuotarvi.
Purificatevi, fate ordine dentro di voi, accontentatevi di ciò che la vita vi dà e Dio farà il resto. Dio è veramente misericordioso, soddisferebbe tutti i nostri desideri se solo sapessimo affidarci a Lui, è questo che desidera: dare gioia, dare Luce, dare pace al cuore dei suoi figli.
Gesù è qui, io ritorno al mio silenzio. Che Dio vi benedica.

GESU’

La vita sulla terra non è tutta rose e fiori:  Io sono venuto a tracciarne il cammino e sangue cadeva sulla via che percorrevo. Ci sono momenti nella vita in cui è necessario camminare senza appoggi a mia imitazione e, come Pietro, sull’acqua. Se Pietro ci è riuscito è segno che si può, ma, riflettete, quando Pietro è caduto? Quando ha temuto di non farcela. Se vi è stato tracciato questo percorso, e a queste condizioni, è segno che potete farcela. Perciò anche a voi chiedo: perché temete? Io sono qui. Io sono davvero qui. E’ vero che sono l’Invisibile, ma invisibile è anche l’aria, eppure c’è: voi respirate e per essa vivete. Io sono qui per darvi coraggio. Ci sono state creature come Santa Maria Maddalena che, dopo avermi visto salire al Cielo, ha vissuto sempre camminando sull’acqua e, ve lo ripeto, senza appoggi, né morali né materiali, né affettivi né spirituali. E’ morta piangendo di gioia, con il cuore gonfio d’amore, leggera più di una piuma, serena più di un cielo senza nuvole. Camminare sull’acqua si può, ma non temete. A voi non sarà chiesto quanto fu chiesto a Maria Maddalena. Non a tutte per lo meno. Io vi amo e vi amo anche perché tentate di fare la mia volontà. Non vi dirò altro, cercatemi nella preghiera. Io sto alla porta e busso, ma se dentro di voi c’è chiasso, come potete sentirmi? Il mio tocco è leggero: fate silenzio. Imparate ad amare il silenzio. Chiudete la mente sottochiave, imbrigliatevi questi vostri pensieri. Io parlo nel silenzio, la mia voce sale dal silenzio. Chiedetemi pure ciò che volete, ma imparate ad ascoltare ciò che Io voglio da voi. Io conosco i vostri pensieri, i vostri desideri, le vostre aspirazioni, voi non conoscete le mie. Imparate ad ascoltare i palpiti del mio cuore e saprete. Non ritengo per ora di dirvi altro, vi ho detto ciò che è più utile sapere e cioè che Io vi amo e vi benedico.





Torna ai contenuti | Torna al menu