lavocedidio

Vai ai contenuti

Menu principale:

Il Peccato Originale

LA CONOSCENZA



4 agosto 2015

IL PECCATO ORIGINALE
da GESU'

Mi sono spesso chiesta in che sia consistito veramente il Peccato Originale e perchè fosse ricaduto anche sulla mia testa... Mi sentivo abbastanza estranea alla rivolta di Lucifero.. Una prima spiegazione, per quanto un po' oscura nei dettagli, l'ho trovata nei libri del mistico Jacob Lorber (Slovenia 1800-1864), detto 'lo scrivano di Dio', che dedicò la sua vita a scrivere ciò che il Signore gli dettava attraverso la locuzione interiore. Ben 14.000 pagine di rivelazioni fondamentali in cui si trovano conoscenze scientifiche comprensibili solo ora, profezie, compreso l'annuncio della Fine dei tempi e l'inizio di una Nuova Era che sta per compiersi proprio in questo periodo in cui siamo stati chiamati a vivere, e ben 6000 pagine del 'Grande Vangelo di Giovanni' in cui il Signore riconsegna all'umanità la narrazione di tutto ciò che Egli ha fatto e insegnato nei tre anni della Sua predicazione. In Italia, Edizioni 'Gesù la Nuova Rivelazione'
Leggendo, appresi che gli esseri spirituali creati da Lucifero, e che lo avevano seguito, si erano 'irrigiditi nella materia giudicata' e avevano dato vita al mondo così come lo conosciamo. Quindi, a noi.
Però non è che mi era proprio chiarissimo... Poi, in un momento difficile della mia vita, quando rischiavo di prendere una decisione sbagliata, il Signore ha deciso di 'nutrire il mio spirito', così ha detto, spiegandomi in maniera più elementare e alla mia portata come stavano le cose. Nella versione per menti umane. Anche se non proprio esattamente come è stato, ma fin dove potevo capire io. Ho chiesto se potevo scriverlo sul sito, perchè magari altri si stavano facendo le stesse domande, e mi è stato detto di sì.
Tuttavia non mi è stato dettato, perciò quello che scrivo è ciò che ricordo, con l'aiuto di Maestri e Angeli personali.

Lucifero si ribellò contro Dio, irretito dalle lusinghe dello Spirito del Male che fomentarono il suo orgoglio, indicandogli come una palese ingiustizia il fatto che gli uomini, gli ultimi creati, alla fine del loro percorso evolutivo, pur mantenendo la propria individualità, diventassero tutt'uno con Dio, condividendone il Potere e la Gloria.
Angeli e Arcangeli, invece, sarebbero rimasti per sempre tali, pur seguendo, anche gli Angeli, un loro percorso evolutivo, benché creati già allo stato spirituale e non necessitando di evolversi e di imparare ad un livello materiale, infinitamente più basso.
Gli Arcangeli, già creati quali una estensione diretta di Dio e del suo infinito Potere, non necessitano di 'istruzione', condividendone già Sapienza e Conoscenza ma sono pur sempre Esseri creati, anche se Dio ha delegato loro le proprie capacità creative, discendendo quindi, dagli stessi Arcangeli, le infinite schiere di Angeli, a differente livello evolutivo, che formano gli appartenenti al Raggio capeggiato da ognuno di loro, creati secondo le caratteristiche di 'specialità' di ogni Raggio. (vds. sez. 'GLI ARCANGELI'). Ma gli Arcangeli davano origine anche a quegli esseri spirituali di rango inferiore che stavano apprendendo nella materia e che, un giorno, sarebbero stati resi simili a Dio. Esseri 'incarnati', laddove, però, la materia non era quella che oggi conosciamo. L'uomo primigenio, creato secondo gli intendimenti di Dio, l'uomo che viveva nel Giardino dell'Eden, per dirla a modo nostro, aveva un corpo di materia sottile, non il pesante guscio di carne che noi ci trasciniamo addosso, era già ciò che noi definiremmo un'anima, ancora bisognosa di evoluzione, non ancora puro spirito, ma era proprio là che doveva arrivare attraverso l'esperienza, la conoscenza del Male, il rifiuto di Esso, la libera scelta di servire il Bene e di farsene partecipe.
A ogni essere creato, dotato sempre di libero arbitrio appena acquista coscienza di sè, viene chiesto di scegliere, perchè ognuno deve operare consapevolmente dentro di sè il percorso che lo porterà a distaccarsi dalle tentazioni del Male, che mira ad ancorare l'uomo ad un basso livello di materialità, dove più forte è il suo influsso e la sua capacità di sottometterlo ai suoi voleri, per distaccarlo da Dio e dal raggiungimento di quel grado di perfezione che lo renderà tutt'uno con Lui.
L'uomo primigenio non aveva attributi sessuali come noi li conosciamo, pur manifestandosi nel maschile e nel femminile, e l'atto di procreazione avveniva a livello spirituale, come concretizzazione di un potente afflato d'amore tra l''uomo e la sua, indivisibile, compagna, da cui derivavano delle 'scintille' di vita nuova. Tutto ciò finchè l'uomo restò orientato verso la Mente di Dio e il Suo progetto di vita per l'umanità.
L'intero mondo manifesto era ad un livello di inarrivabile bellezza, pace, armonia e amore. Tutto era puro e scintillante, la Luce di Dio rivestiva ogni cosa e la tutelava, non c'era fame nè necessità di mangiare, perchè il nutrimento era l'Amore e la Conoscenza, che venivano elargiti agli uomini quotidianamente e secondo necessità, man mano che essi si evolvevano acquistando dominio di sè, vagliando le infinite possibilità evolutive che si paravano loro davanti e rafforzandosi nella comprensione e nella capacità di non farsi turlupinare dal Male, in attesa di dichiarare ufficialmente le propria scelta.
Infatti Dio, prima di permettere al Male di manifestarsi, aspettava che i suoi figli 'crescessero'', che acquisissero maturità di giudizio e conoscenza del Bene, che toccassero con mano i 'frutti' dell'Eden, assaporassero la vita e introiettassero la consapevolezza del futuro luminoso che li attendeva.
Ma tutti gli esseri creati dovevano operare questa scelta consapevole del Bene e mostrarsi più forti delle lusinghe del Male, per poter poi acquisire, così, potere su di Esso. Tutti, Arcangeli compresi.
Lucifero, il portatore di Luce, straordinariamente bello, potente, gradito a Dio e capace, su delega di Dio, di affiancarlo nella Sua opera di Creazione, in cui, tuttora, Egli persiste, dal momento che il Pensiero di Dio sempre si concretizza in varie forme, Lucifero, dunque, fu tentato e sobillato proprio facendo leva sul suo potere, sulla Grazia che lo rivestiva, sulle sue capacità di autonomia, perchè l'Amore è libertà e Dio lo manifesta al massimo grado.
Fu tentato nel suo potere decisionale, che gli permetteva di agire autonomamente, sia pure sempre orientato verso la Mente e la Misericordia e il Cuore di Dio. Perchè, dunque, gli sussurrava lo Spirito del Male, sottomettersi sempre alle idee di Dio su questo e su quello? Non era forse lui, Lucifero, in grado di prendere le proprie decisioni, non era libero di coltivare idee proprie, non necessariamente sbagliate se non in linea con il Pensiero di Dio? E poi, perchè gli uomini che egli stesso, Lucifero, creava, dovevano, un giorno, raggiungere lo stesso livello di Dio e passargli avanti? Era giusto questo? Era insensato.
E Lucifero si lasciò abbagliare dall'idea di creare un mondo tutto suo, a propria immagine e somiglianza, in cui manifestare se stesso, la sua bellezza, le sue idee, di essere Artefice supremo e, credendo di scegliere la libertà, scelse la cattività e la Morte del proprio Io divino.
E il Serpente si manifestò nell'Eden. Perchè gli uomini, diceva, non seguivano l'esempio di Lucifero che aveva scelto la sua strada, che si era reso libero, perchè non si sottraevano al dominio di un Dio che voleva sottrarre loro la capacità decisionale, che non voleva farli partecipi della Sua Conoscenza e del suo Potere se non quando l'avesse ritenuto opportuno?
E quelli creati da Lucifero, Angeli e Uomini, decisero di seguirlo, credendo di mantenere intatta la loro forma e la loro bellezza.
Ma la Bellezza esteriore era solo il riflesso della loro purezza originaria, del loro essere volti al Bene, della Luce di cui erano sostanziati. Quando rinunciarono volontariamente alla Luce, le Tenebre presero il suo posto ed essi tutti furono risucchiati in un vortice di malvagità e nequizie inimmaginato, diventarono creature orrende a vedersi, rispecchiando il loro aspetto la Malvagità a cui si erano asserviti.
Solo allora compresero il loro terribile errore e come fossero stati sobillati e presi in giro dal Male. Il dolore e la rabbia di Lucifero furono incommensurabili ed egli attribuì a Dio la colpa del suo errore, essendo ormai contaminato e incapace di vedere e accettare la Verità, per non dover chinare la testa e dichiarare di aver peccato di vanità e orgoglio, di aver fallito la prova a cui pure era stato preparato.
Il suo odio diventò pari al suo dolore e giurò a se stesso di trascinare con sè, in quella situazione di eterna sofferenza, proprio quelle creature che Dio amava tanto da volerle, un giorno, parte di sè.
Gli uomini.
Assunse il nome di Satana e creò l'Inferno, una manifestazione del suo eterno odio e dolore contro Dio e gli uomini.
Satana mantenne intatto il grande potere con cui egli era stato pensato e poi manifestato dalla Mente di Dio, come pure gli Angeli caduti con lui, ma lo asservirono al Male, mantenendo però le stesse gerarchie originarie, che derivavano dal loro differente livello evolutivo, e dando luogo a demoni di diverse categorie. Divennero Angeli Neri (vds. Gli Angeli Neri - La Monade Divina - Sez. La Conoscenza) che spesso si aggirano sulla Terra in forma incorporea o incarnati in corpi umani attraverso le orge dei loro accoliti, che avvengono durante le Messe Nere, dove, con la Croce capovolta, si chiama indietro l'Oscurità, allontanata da Gesù per mezzo del suo sacrificio.
Gli Angeli Neri tormentano ogni manifestazione vivente in cui si esprime Dio, ma, in particolar modo, fomentano tra gli uomini odio, rancore, bassi sentimenti, rinfocolano il senso di ingiustizia subita, a torto o a ragione, impedendo il raggiungimento della concordia e della pace tra i singoli o le Nazioni e, quasi sempre, raggiungono il loro obiettivo, perchè troppi esseri umani prestano orecchio ai loro sussurri, asservendo così la loro anima immortale al volere di Satana che vuole perdere l'umanità.
Tuttavia non tutti coloro che avevano seguito Lucifero nella sua rovinosa caduta soggiacquero al Male. Molti si resero presto conto della terribile trappola in cui erano caduti e, terrorizzati e pentiti della loro cecità, supplicarono Dio all'interno del loro cuore perchè li riaccogliesse. Ma grande era stato il loro peccato di ribellione che li aveva istantaneamente contaminati e, quindi, non potevano tornare così come erano nel Mondo di purezza e Luce che avevano volontariamente abbandonato. Bisognava che si ripulissero.
Gli Angeli che decisero di tornare a Dio accettarono di 'ripulirsi' espiando in forma umana, fino alla fine del tempo stabilito per l'umanità, e vagano, inconsapevoli di chi siano veramente, portando la Parola di Dio, esortando gli uomini  all'amore reciproco, al raggiungimento della pace interiore nel perdono di ogni offesa, al rispetto per ogni forma vivente e, soprattutto, al rispetto per il nostro pianeta e per quanto esso offre.
Vengono perseguitati dall'Oscurità e, soprattutto, dagli Angeli Neri che, invece, sono consapevoli della loro natura angelica e li odiano ancora di più dei semplici uomini; spesso vengono uccisi, esiliati, impoveriti o ridotti in vera miseria, colpiti da terribili malattie. Ma Dio fornisce loro la forza di sopportare e sempre fa sentire la fiamma del Suo Amore nel loro cuore e, quando, dopo la morte, si risvegliano nell'altra dimensione e hanno nuovamente consapevolezza di sè, con gioia offrono quanto patito non solo per la loro stessa purificazione, ma anche per il bene dell'umanità tutta. Ormai sono vicini al traguardo perchè la Fine dei Tempi conosciuti è in dirittura d'arrivo e Dio li vuole nuovamente la Suo fianco nella Battaglia Finale contro l'Oscurità.
Anche molti di quegli esseri spiritualmente inferiori che Lucifero aveva creato e che avevano abbandonato quello che noi chiamiamo 'Il Giardino dell'Eden', abbagliati dalla promessa di una vita libera, senza vincoli di sorta, in cui essere i soli giudici del Bene e del Male, supplicarono Dio di riprenderli al Suo fianco. Ma anch'essi erano contaminati dal 'Peccato Orignale' e anch'essi dovevano smaltirlo.
La loro frequenza vibrazionale non era più quella del Mondo Superiore, ma essi vibravano lentamente e risuonavano dei suoni bassi e cupi propri della Malvagità. La mancanza della Grazia Divina li aveva 'irrigiditi' in forme dense e concrete che formavano, nel loro insieme, un mondo denso, privo della Luce divina,  la Terra, dove, persi tutti i privilegi, dovevano faticosamente guadagnarsi la sopravvivenza, perchè non potevano più manifestarsi attraverso un corpo sottile, prodotto dalla Grazia Divina, che rifletteva la loro innocenza e la loro scelta di seguire il Bene, ma attraverso un corpo pesante e denso che rifletteva la loro scelta di abbandonare il puro per l'impuro, la Grazia per la Malvagità.
Questi corpi erano asserviti alle necessità della materia, giunse la fame, il freddo, il sesso lontano dagli impulsi del cuore. Essi procrearono forniti dei mezzi per farlo, così come noi sappiamo, ma ogni nuova creatura portava in sè il marchio del Male, a cui originariamente si era asservita, e che doveva dimostrare ora di saper sconfiggere per tornare libera e vittoriosa e degna di tornare al cospetto di Dio.
Per raggiungere questo risultato di 'ripulitura' occorrono molte vite, non ci si libera in breve tempo dai semi che il Male ha immesso e che continua a coltivare in noi, nel tentativo di condannarci all'eterna sofferenza e alle persecuzioni 'fisiche,' che subiscono, nell'orrore dell'Inferno, gli umani che hanno ceduto.
Prima della venuta di Gesù nessuno poteva tornare al Padre, la via era chiusa. C'era solo un ciclo ininterrotto di morte e rinascita, separati solo da un breve periodo di apprendimento, dopo la morte, nell'altra dimensione. Ma il Padre, vedendo come Satana operava nella materia per rendere quasi impossibile la risalita agli uomini, confondendoli e irretendoli, decise di pagare personalmente il tributo al Male, e attraverso il sacrificio di Gesù, restituì agli uomini la libertà, per cui, coloro che vincevano il Male, potevano tornare alla Grazia originaria e riprendere il proprio cammino evolutivo verso di Lui.
Non tutti coloro che avevano scelto di seguire Lucifero divennero consapevoli del loro errore contemporaneamente, molti sono talmente ingabbiati e irrigiditi che non credono neppure nella possibilità della risalita, essi rappresentano 'il Figlio Perduto'. Ma Dio manifestò e manifesta Grazia e Misericordia e, un po' per volta, queste particelle spirituali sottomesse dal Male vengono risvegliate dalla Grazia e, rese consapevoli di sè, esprimono, anche con un solo anelito del cuore, il desiderio di tornare al Padre. Essi rappresentano il ritorno del 'Figliol Prodigo'. Dio, quindi, riapre loro la strada della 'Rinascita spirituale' offrendo loro la possibilità di riprendere il cammino. Ecco perchè sul pianeta ci sono forme di vita a differente livello evolutivo.
Un difficile cammino, visto che stavolta devono, anzi, dobbiamo, sottostare alle leggi della materia e riprendere il cammino dalle prime manifestazioni dell'Essere, ripartendo da zero, cioè manifestandoci, e apprendendo, attraverso tutti i Regni: Minerale, Vegetale, Animale, in cui soggiaciamo agli impulsi vibrazionali lenti della Malvagità da cui ci siamo fatti asservire, e manifestiamo ferocia e inconsapevolezza delle conseguenze delle nostre azioni.
Attraverso numerose incarnazioni saliamo tutti i gradini evolutivi dei Tre Regni, fino a giungere, alla fine, a ritrovare la forma umana, quando ci viene riconsegnato il Libero Arbitrio affinchè, questa volta, sottoposti ad una nuova prova, possiamo sconfiggere il Male che ci ha marchiato con il 'Peccato Originale'.
Ma Dio non ci lascia soli mentre compiamo questo cammino, sempre la Mente Divina ci segue e le forme di vita inferiori sono inconsapevolmente orientate verso di Lui e ne servono il Progetto universale. (Vds. La Battaglia Finale - Evoluzione del Creato - Sez. La Conoscenza )
Quando torniamo ad acquisire forma umana, con il Libero Arbitrio ci viene ridonata la libertà di scegliere, di nuovo, tra il Bene e il Male.
Gesù, offrendosi sulla Croce, è venuto a pagare per noi il tributo al Male, proprio perchè avessimo una seconda chance, mostrandoci, con il suo sacrificio, come solo l'Amore possa vincere il Male.
Ma l'uomo non pare aver seguito la Via dell'Amore, indicata da Gesù come unica salvezza contro gli attacchi del Maligno, anzi, si fa asservire sempre di più. Gli Angeli Neri ricoprono posizioni di prestigio a vari livelli, si manifestano nelle gerarchie superiori della Massoneria, del Vaticano, sono gli 'Illuminati' di cui qualcuno ha sentito parlare. La Fiamma Oscura li precede e li segue contaminando ogni cosa al loro passaggio. Solo pochi resistono e comprendono, o sospettano, le loro reali intenzioni, ma al loro potere soggiacciono singoli e intere Nazioni, la Terra geme sotto un peso insopportabile di nequizia e la cattiveria manifestata in Terra ha formato un Karma ormai impossibile da smaltire secondo il percorso usuale, e che rischia di coinvolgere pesantemente anche altri mondi.
Dio ha deciso nuovamente di intervenire.
Gesù si appresta a tornare per restituire l'originaria purezza al Pianeta.
Satana metterà in campo le sue truppe per l'attacco definitivo ma, per chi si arrenderà e lo sceglierà nuovamente come Padrone, non ci sarà una ulteriore possibilità di risalita.
Anche Dio sta schierando i suoi, anche questa rivelazione che mi ha donato, e di cui vi faccio partecipi, anche questo sito servono a convogliare verso il Bene Supremo il maggior numero dei suoi figli. Non fatevi prendere in giro, non fatevi ingannare di nuovo.
Il Padre ci sta richiamando a casa per metterci in salvo. Rispondiamo. Scegliamo l'Amore e il Perdono a tutti i livelli, chiudiamo la porta in faccia a Satana e beffiamolo, lasciamolo alla sua arroganza e alla sua sconfitta. Che è inevitabile.
Gesù lo scaglierà lontano da noi, negli abissi dell'universo. Facciamo che vada da solo.

Torna ai contenuti | Torna al menu