lavocedidio

Vai ai contenuti

Menu principale:

L'aborto e la pillola

LA CONOSCENZA

30-12-04

L’ABORTO E LA PILLOLA
dai Maestri



L’aborto e la pillola non sono sbagliati in sé, ma nell’uso che se ne fa. La pillola, più che servire a una procreazione responsabile, serve a vivere in maniera irresponsabile. L’aborto ugualmente sottrae alle proprie responsabilità. Non esistono gravidanze ‘incidentali’: niente capita ‘incidentalmente’. Se è comprensibile attuarlo in alcuni casi gravi, stupro, giovanissima età, incesto, ciò non vuol dire che queste gravidanze, portate a termine, avrebbero per forza prodotto un danno. Il cosiddetto ‘aborto terapeutico’ spesso toglie a un’anima l’occasione che cercava per condurre a termine una prova, superare il proprio karma, evolversi o pagare i suoi debiti. La pillola ugualmente è un ostacolo alla volontà creatrice di Dio. Meglio sarebbe vivere la propria sessualità in maniera sana e consapevole, affidandosi a Dio e non alla lussuria.
Per quanto riguarda preservativi e Aids, sono leciti, soprattutto presso quelle popolazioni più arretrate là dove le forze del Male, attivate dalla malvagità planetaria, producono malattie e sofferenze. Ma non tutti gli uomini hanno le capacità valutative, morali e responsabili che dovrebbero. E’ la vostra vanagloria, stupidità, lussuria e materialità che crea tutto quanto di male è sul pianeta. I vostri difetti contaminano i vostri corpi spirituali e il vostro ambiente fisico. Se così non fosse, non avreste alcun bisogno di ricorrere ai contraccettivi.










Torna ai contenuti | Torna al menu