lavocedidio

Vai ai contenuti

Menu principale:

La Malattia

LA CONOSCENZA


MESSAGGIO DEL MAESTRO MIHAJL




Come guarire. Imponendo le mani sulla zona colpita. Pregando la Trinità che riporti l'equilibrio fisico ma soprattutto spirituale. Raccogliendosi in preghiera e cercando di capire perché si è aperta la strada alla malattia:
1) E' un debito da pagare con la sofferenza?
2) E' un grido della sofferenza dello spirito?
3) E' un modo per fuggire, per non affrontare qualcosa che si deve fare?
4) E' un tributo al Male? ( nel senso che si è operato il male, il quale ha inzaccherato lo spirito risentendone il corpo )
5) E' un'offerta, un olocausto?

La malattia come tale non esiste,
anche dietro un banale raffreddore si nasconde una motivazione psichica ( nel più consueto dei casi, stress ) o spirituale.

1) La malattia può servire anche al superamento del karma o essere una
espressione dello stesso.

Se è un debito da pagare, verrà onorato. Ma Dio darà a chi prega e crede e si sottomette, la forza per portarlo a termine e la luce interiore.
Altre volte la malattia è un riflesso di quanto patito in una vita precedente. Se è
possibile, operare la regressione terapeutica.
2) Può essere un richiamo a prendersi maggiormente cura di se stessi, a volersi bene, a riorganizzare le proprie priorità nella vita, ad analizzarsi per scoprire ciò che vuole il vostro spirito, la via che vuole seguire la vostra anima e che voi trascurate. Voi non siete corpi, siete spiriti in un corpo e la vostra priorità deve essere il benessere e la cura dello spirito. Le cose materiali sono un tramite non essenziale.
Una vita senza troppe preoccupazioni materiali è evidente che lascia maggiori
possibilità  di  coltivare  lo  spirito,  ma  spesso  gli  spiriti  più  avanzati  non  sono minimamente sensibili a condizioni di disagio materiale perché si allontanano vieppiù dalle esigenze del corpo. Al contrario, una vita tutta dedita alle passioni e agli interessi materiali penalizza lo spirito che più è desideroso di elevarsi e più ne soffre, manifestando anche fisicamente il suo disagio. Ciò avviene anche in esseri che paiono rozzi, violenti e insensibili. BISOGNA CURARE LO SPIRITO. Quando si sarà raggiunta questa consapevolezza, la malattia regredirà e le forze interiori torneranno in equilibrio.
3) La fuga.  Malattia psicosomatica.  Bisogna analizzare la fonte del disagio. Trovare il coraggio di affrontare la situazione con se stessi.
4) II tributo al Male. Richiede il suo prezzo, che spesso però non è in forma fisica
ma mentale. La mente si riempie di vermi e si decompone, si giunge all'ossessione,
alla follia. Il male genera altro male contro se stessi e gli altri.
5) Offerta, olocausto. Spontaneamente fatta dallo spirito, il male non regredisce, ma
lo spirito si arricchisce vieppiù in rapporto alle sofferenze subite.

La guarigione si ottiene anche ristabilendo la carica energetica appropriata
attraverso l'uso dell'energia vibratoria dei colori.
Azzurro e verde, per eccellenza.
Oro, come 'ricostituente'. Rosa, per confortare l'anima. Argento, per aiutare ad elevarla. ( visualizzare )
Indirizzare la Luce sulla testa per stimolare decisione e volontà. Sul cuore per la forza d'animo. La Luce prende il colore che vuole.
Nulla si può ottenere se lo spirito si ostina nelle tenebre. Puoi, inoltre, intensificare
l'azione dei colori facendo indossare indumenti o bende o nastri del colore giusto
sulla zona interessata o semplicemente addosso. In fibre naturali: cotone, lino, seta, lana. Le stesse tinte valgono per gli animali.




Torna ai contenuti | Torna al menu