lavocedidio

Vai ai contenuti

Menu principale:

Pregate-Riparate-Amate

LA SAPIENZA

PREGATE – RIPARATE – AMATE
Da GESU’


Carissimi figli, sulla terra ci sono forze che si contrappongono: c’è il Bene e c’è il Male, c’è l’odio, c’è l’amore, l’egoismo e la generosità, l’ingiustizia e la giustizia. Nessuno può negare questa realtà.
Sapete voi da che parte stare?
Avete deciso di testimoniare fino all’ultima goccia del vostro sangue per cosa ritenete giusto vivere?
Figli carissimi, il discorso è molto semplice se volete raggiungere la Luce e il gaudio eterno: dovete lottare per ciò che è vero, per ciò che è giusto, per ciò che è bene, per ciò che è puro, in una parola per ciò che è Amore. Qui è racchiusa la verità, non ci sono grandi discorsi da fare, come molti pretenderebbero. Bisogna vivere una vita semplice, generosa e piena d’amore per Dio e per il prossimo. Siete pronti? Fate voi questo?
Io scendo fino a voi per spronarvi, sorreggervi, consigliarvi, ma voi dovete essere radicati nella convinzione che sono questi i valori per cui si deve essere pronti anche a dare la vita.
Vi lascio alla vostra meditazione, perché vorrei che ciascuna di voi si interrogasse e si rispondesse, con grande onestà. E’ a questo che dovete pensare e per questo vivere, tutto il resto, siatene certi, sarà nulla agli occhi di Dio. Se avete un voi tali ideali saprò ricompensarvi. Cristo ha trionfato sulla morte guadagnandovi la possibilità di entrare nel Regno di Dio per la vita eterna.
Vi ringrazio per avermi ascoltato, vivete con serietà la Passione di Gesù Crocifisso e anche con grande gioia, abbracciando i vostri fratelli salvati nel Suo Sangue prezioso.
PREGATE – RIPARATE – AMATE. Questo è il programma per la vostra settimana di Passione ed il Sangue di Cristo scenderà a purificare il vostro cuore, la vostra mente, la vostra anima.
La benedizione di Dio Onnipotente vi coinvolga tutti nel suo abbraccio.
Siate nella gioia della Resurrezione.

LA RESURREZIONE


Si può risorgere quando si accetta di soffrire, si può risorgere quando la rinuncia non diventa rifiuto o negazione, ma piattaforma, trampolino di lancio verso una conquista più santa e purificatrice. Accettare la croce, accettare le sofferenze, accettare la rinuncia è impensabile se il vostro sguardo si limita a rivolgersi verso contenuti solamente terreni e materiali.
La croce è una freccia che punta dritto verso il cielo, si immerge in Dio suo fattore, così come ogni raggio di luce scaturisce dallo stesso sole.
Una vita di santificazione è una vita fatta di conquiste e di rinunce.
Si conquista la dimensione spirituale, si conquista la povertà, si conquista il distacco, la generosità e si conquista la rinuncia alla propria volontà.
Queste conquiste sono graduali e, nella misura in cui si riesce a salire, il peso di questi sforzi diminuisce: è esattamente il contrario di quello che si crede.
Il distacco vi rende leggeri, agili, lieti, padroni della vostra vita e consapevoli del vostro essere creature fatte per amare.
Vi benedico.


Torna ai contenuti | Torna al menu